Come curare l’alluce valgo senza chirurgia

Il cosiddetto “alluce valgo” è l’infiammazione ossea dell’alluce del piede, consistente nello spostamento laterale della testa del primo metatarso dalle altre, con conseguente sporgenza interna dell’osso (la cosiddetta “cipolla”).

Quali sono le cause alluce valgo?

Questa situazione può essere provocata da diversi fattori.

  • Innanzitutto la forma del piede: è dimostrato, infatti, che chi ha l’alluce più lungo del resto delle dita tende a svilupparla.
  • Influiscono, inoltre, le calzature che costringono il piede in posizioni innaturali non concedendo la giusta distribuzione del peso corporeo su tutta la superficie della pianta.
  • Così come una certa predisposizione genetica, consistente in una lassità muscolo-legamentosa, con arco mediale che cede sotto l’effetto del peso corporeo (es. piede piatto), oppure con un arco eccessivo che comporta una non uniforme distribuzione del peso corporeo sui metatarsi.

Alluce valgo: rimedi alternativi alla chirurgia e per alleviare il dolore

La distorsione del metatarso dell’alluce è una situazione che provoca molto dolore, tanto da impedire, nei casi può gravi, la normale deambulazione. La soluzione definitiva per curare l’alluce valgo è senza dubbio l’intervento chirurgico, che in poche settimane permette un pieno ritorno alla normalità.

Ci sono però dei rimedi casalinghi, che vanno dall’utilizzo di particolari tutori al semplice cambio di abitudini, che possono evitare, o quantomeno rimandare, l’appuntamento con la sala operatoria.

  1. Tutore o inserto per scarpe. Acquistabili in farmacia, aiutano a riallineare le dita dei piedi nelle fasi iniziali della patologia, alleviando il dolore e dirigendo la punta del piede nella direzione corretta. Il tutore (o correttore per alluce valgo) va indossato a piedi scalzi, gli inserti sono invece fatti apposta per essere inseriti all’interno delle calzature. In alternativa si può anche ricorrere alla fasciatura del piede.
  2. Esercizi per il piede. Gli esercizi possono aiutare a rallentare la progressione dell’alluce valgo. Tra quelli consigliati, ricordiamo di allungare l’alluce con le mani allineandolo correttamente alle altre dita del piede, flettere all’indietro le dita dei piedi premendole contro il pavimento o il muro per dieci secondi e poi rilasciarle, e utilizzare le dita dei piedi per afferrare degli oggetti, in modo da irrobustire la muscolatura.
  3. Pediluvio in acqua calda. Non è un metodo per curare l’alluce valgo, ma può essere molto utile per alleviare il dolore. Tenere i piedi infiammati in ammollo per circa venti minuti, infatti, distende tramite il calore le articolazioni e temporaneamente riduce lo stato doloroso provocato dall’infiammazione. Stesso effetto, ma procedimento contrario, è quello provocato da un impacco di ghiaccio, indicato per gli stati più avanzati della patologia.