Max Scoppetta e Klingande: due noti guest DJ del Room 26

Qual è la discoteca di Roma dove ogni concerto o serata è un evento e ogni avvenimento è una festa che attira migliaia di giovani che ballano a ritmo di dance, techno e house? Ovviamente il Room 26 a Roma (zona Eur) è la nuova frontiera della movida romana. Il locale nasce per volontà di un gruppo d’imprenditori che, dopo varie esperienze internazionali, decidono di portare a Roma qualcosa di nuovo nel mondo dell’intrattenimento artistico e musicale. Un progetto che ha alla base la qualità del suono e la comunicazione, a cominciare dal nome “Room 26” come i 26 amplificatori di tipo Crown, in grado di valorizzare tutte le sfumature del suono.

Room 26 e le serate con i guest DJ

Room 26 a Roma ha uno staff di DJ indoor che ogni tanto cedono la postazione a nomi famosi – per gli amanti del genere – con serate dedicate ai “guest Dj”. Uno degli ospiti che ha riscosso grande successo è Max Scoppetta, ideatore e deus ex machina dell’ensemble “Comemmammamhafatto”, che mixa musica underground a elementi orchestrali e che è diventato un “fenomeno” nel girodelle discoteche romane.

L’idea del progetto nasce anche dalla formazione di Scoppetta, che a 5 anni impara a suonare la fisarmonica del padre e quando, da adolescente, entra per la prima volta nello storico Piper di Roma resta folgorato dall’abilità del dj.

Uno dei suoi primi mentori è il dj Maurizio Baiocchi che gli consiglia i titoli e “si lascia rubare il mestiere”. Intorno ai 20 anni, Scoppetta ha i primi ingaggi all’Arabesk e poi stabilmente all’Alien con i “Martedì all’Alien” organizzati dal Club 69, fino al progetto del “Comemmammamhafatto” che nasce dall’impegno di trovare momenti di aggregazione che accomunino pubblico e artisti di varie estrazioni musicali in un unico contesto.

L’idea di partenza è il concept musicale delle balere, dove erano le orchestre a far ballare la gente, passando per il blues, la musica house, jazz, deep, raggaemuffin, e tanti altri generi e sottogeneri. L’ambizione è di portare l’atmosfera del club e della balera con un’orchestra vera diretta da un DJ.

Sabato 3 Dicembre 2016, il guest Dj di Room 26 a Roma, invece, è il francese Klingande, nome d’arte di Cédric Steinmyller, nato a Croix nel 1991 e conosciuto ai più per il singolo Jubel. In attività dal 2012, Klingande è uno specialista del genere electronic dance music e deep house.

Gli esordi, però, iniziano in duo con il dj Edgar Catry. Il debutto da dj solista avviene nel 2013, quando si fa notare prima con il brano Punga e poi con il singolo Jubel che raggiunge il primo posto in classifica in Italia, Germania, Svizzera, Austria e Paesi Bassi. Altro successo internazionale è RivaRestart the Game del 2015 al quale segue l’ultimo singolo – lanciato nell’estate 2016 – Somewhere New in collaborazione con M-22. Gli amanti del genere potranno ballare, ascoltarlo e vederlo in azione al Room 26 (Roma).